BinG: Binari Greco

Le arcate sotto i binari FS a Greco - dalla pagina Facebook BinG

Questa sigla, che sembra un po’ un suono da fumetti, significa “Binari Greco”: ma di cosa si tratta? BinG è uno dei 25 progetti vincitori del Bando alle Periferie 2018 del Comune di Milano. Progetti presentati alla città lo scorso 23 ottobre, e subito entrati nel vivo dell’organizzazione nei vari quartieri. BinG, tra l’altro, è il progetto con la migliore valutazione per la sezione Nuovi Ambiti, in cui è inserita la zona di Greco.

Con capofila la Cooperativa sociale ABCittà, con cui abbiamo già collaborato in altre occasioni, BinG raggruppa in partnership Fondazione Progetto Arca Onlus, Gruppo FAS – C’è vita intorno ai binari e Legambiente Lombardia, con il supporto e la disponibilità della società Borgo Cascina Conti che sta realizzando a Greco un quartiere residenziale collegato al recupero dell’antica Cascina Conti: un P.I.I. (Piano integrato di intervento) avviato nel 2000 e che solo di recente ha visto l’accelerazione dei lavori.

L'immagine può contenere: ponte e spazio all'aperto

Negli spazi di terreno recuperati e liberati a ridosso della ferrovia, che vedete nella foto di apertura dell’articolo, il progetto prevede dieci mesi di attività, suddivise su quattro versanti: Sociale (informazione, ascolto e coinvolgimento del quartiere); Culturale (murales sotto le arcate recuparate); Ambientale (qualificazione del verde pubblico con la realizzazione di un Orto condiviso, e un corso per orticultori urbani); Sportivo (sull’area del futuro campo da calcio a 11, allestimento provvisorio di campo da calcio a 7, rete da green volley, tavoli e panchine). Per la presentazione è stato realizzato anche questo bel video.

L'immagine può contenere: una o più persone, persone in piedi e spazio all'aperto
Volontari alla giornata di pulizia dell’area del 12 febbraio

Molte altre realtà di zona sono state coinvolte dal progetto: intensa la collaborazione delle scuole elementari e medie, con centinaia di proposte raccolte presso ragazze e ragazzi, e poi la Caritas, il circolo Reteambiente, gli Orti di via Padova, l’associazione sportiva Greco San Martino, l’oratorio della Comunità pastorale Giovanni Paolo II; e per la gestone e l’apertura degli spazi sportivi sono pronti in zona molti volontari, tra cui anche i richiedenti asilo ospiti del centro di via Stella. Anche negli orti urbani si prevedono attività di giardinaggio e sull’ambiente per ragazzi, e il numero di “candidati ortisti” del corso di orticultura è di oltre 20.

L'immagine può contenere: una o più persone
Corso di orticoltura – incontro dell’11 gennaio

Sulla pagina Facebook bingbinarigreco e su quelle delle associazioni e organismi partner è possibile seguire le attività del progetto, varie e numerose e partecipare, anche da “volontari per un giorno”alle iniziative di sistemazione come quella del 12 febbraio (pulizia e sistemazione: taglio dell’erba, potature, sistemazione della sponda della Martesana e rimozione dei rifiuti) o alle passeggiate di scoperta dei luoghi come BinG Si parte! prevista per il prossimo sabato 2 marzo (info qui)

L'immagine può contenere: testo

Aperte 15 Camere delle meraviglie, al suono delle voci dei Magazzini

L'immagine può contenere: cielo e spazio all'aperto Domenica 24 febbraio 2019: una nuova tappa del rilancio dei Magazzini Raccordati.
Oltre 12mila “non addetti ai lavori” hanno visitato i quindici Magazzini di via Ferrante Aporti, trasformati per la settimana della moda in Moncler Genius Building.
 “One House, different voices” (una Casa, diverse voci) il motto dell’evento, che presentava le 8 collezioni Moncler in altrettanti e diversissimi contesti, scenografie, musica.
Ma oltre alle voci degli stilisti, oltre alla musica da sfilate, oggi si sono sentite risuonare anche altre voci, per noi voci amiche.
L'immagine può contenere: 1 persona, in piediPer tutta la giornata, la grande passerella-corridoio esterna che univa gli ingressi ai Magazzini è stata riempita dal suono di una installazione in cui erano mixate registrazioni delle voci autentiche di persone a cui i Magazzini Raccordati “appartenevano” davvero.
Durante la progettazione della colonna sonora, infatti, i creativi del Collettivo di Performing Art Strasse hanno “scoperto” la storia della vita precedente dei Magazzini attraverso il nostro libro “C’è vita intorno ai binari. I Magazzini Raccordati della Stazione Centrale di Milano: passato, presente, futuro”.
Ottenuta e letta di gran corsa una copia del libro, i responsabili del progetto sono stati colpiti soprattutto dalle Storie dei Magazzini, interviste ai protagonisti delle attività che vi erano ospitate. E ci hanno chiesto collaborazione per rintracciarli e raccoglierne le voci: quelle che avete ascoltato oggi se avete fatto la coda per la visita.
Allertati fin dal primo contatto telefonico e dalla consegna del libro, siamo riusciti a supportare a tempi da record – e con la dovuta riservatezza – la ricerca, il contatto e la presentazione del progetto di Strasse a molti degli intervistati, che volentieri hanno risposto alle interviste, e che oggi hanno potuto parlare attraverso il nastro sonoro alle migliaia di visitatori in attesa.
Alla fine della giornata, siamo orgogliosi di aver fornito questo contributo all’iniziativa, che in questa giornata ha riportato “intorno ai binari” non solo la vita delle attività di oggi ma anche voci della loro storia.
E naturalmente se volete ritrovare e approfondire le frasi che avete ascoltato oggi, ripercorrere le storie di quella che è stata la vita dei locali che avete visitato oggi e degli altri 100 che vogliamo vedere riaprire… il libro dopo due ristampe è tuttora disponibile.

La camminata con l’Artista Franco Mazzucchelli celebra la Design Week di Milano

TANTISSIME PERSONE HANNO PARTECIPATO ALLA CAMMINATA CON L’ARTISTA FRANCO MAZZUCCHELLI PER INAUGURARE LA SUA GRANDE INSTALLAZIONE “SALVAMI | ANDATA – RITORNO” ALL’AVVIO DELLA DESIGN WEEK DI MILANO E DI VENTURA CENTRALE.
UN DONO E UN’OCCASIONE PER RISCOPRIRSI AMICI E CITTADINI INTORNO ALLA STAZIONE CENTRALE.

 

Milano, 16 aprile 2018. Oggi intorno alla Stazione Centrale di Milano non è solo stata inaugurata la Design Week, ma forse anche un nuovo indirizzo e senso di tale evento, più legato alla città e ai suoi abitanti. In mezzo a eventi che attraggono migliaia di persone da tutto il Mondo, numerosi i cittadini – tra cui anche una classe  della Scuola Statale Tommaso Ciresola – si sono uniti all’artista Franco Mazzucchelli e ai rappresentanti delle istituzioni – per inaugurare con una “camminata” la grande installazione “SALVAMI | ANDATA – RITORNO” a cura di Sabino Maria Frassà, che si snoda intorno alla stazione centrale dalla Via Ferrante Aporti a Piazzetta Gluck. L’installazione è visibile a tutti da oggi fino a domenica 22 aprile.

La “camminata d’artista” ha così unito due quartieri oggi al centro della Design Week e di Milano. Da tempo i soggetti promotori di tale progetto – Associazione FAS, Cramum e Ventura Centrale – lavorano insieme al Municipio 2 Comune di Milano e ai tanti partner tecnici (tra cui Grandi Stazioni, Bar Gluck e Ama Nutri Cresci, D’Adiutorio Appalti e Costruzioni) per riscoprire il senso di comunità e appartenenza a Milano e “al quartiere”, dimensione quest’ultima fondamentale per far crescere le nostre città ed evitare l’emarginazione e la solitudine sociale.
L’obiettivo è infatti quello proprio di creare “contenuti” per aggregare propositivamente la collettività locale, mostrando come Milano e la vitale Design Week possano essere un punto da cui partire per vivere tutti meglio, non solo a livello economcon l’afflusso di visitatori.

Franco Mazzucchelli ha così introdotto il progetto “Grazie ai tanti volontari e partner, tra cui Ventura Centrale, Cramum e FAS, posso oggi donare quest’opera a tutti voi, perchè ne possiate fare quello che volete, sperando che tale volontà vada nella direzione di costruire qualcosa di positivo e di “conservarla” per gli altri, per chi non l’ha ancora vista”. Il curatore, Sabino Maria Frassà, ha così completato la spiegazione: “SALVAMI | ANDATA – RITORNO” è in fondo un grande esperimento sociale per riscoprire “l’amicizia di quartiere” e quel vivere positivamente una città che altrimenti corre il rischio di esser percepita come alienante”. Evidente e motivato l’orgoglio di Samule Piscina, Presidente del Municipio 2 di Milano: “Grazie anche al nostro contributo non portiamo soltanto un’opera di un grande artista nel quartiere, ma gettiamo ancora di più le basi per rilanciare un punto nevralgico per Milano e per caricarlo di senso e di valore economico-culturale”. Conclude quindi gli interventi durante la “Camminata d’artista” Pierfrancesco Maran Assessore a Urbanistica, Verde e Agricoltura del Comune di Milano constatando come “questa grande opera e ancora di più questa camminata testimoniano che i bei progetti anche se difficili si possono fare a Milano oggi più che mai”.

Franco Mazzucchelli, nato a Milano nel 1939, dagli anni ’60 è tra i più innovativi artisti italiani. Fino al 10 giugno sarà possibile visitare la mostra “Non ti abbandonerò mai”, curata da Sabino Maria Frassà e Iolanda Ratti, che il Museo del Novecento dedica al Maestro Mazzucchelli. Franco Mazzucchelli sarà ospite d’onore al Premio Cramum 2018 per i giovani artisti, che verrà presentato il 19 aprile alle ore 17:00 in Via Ferrante Aporti di fronte alla sua opera “SALVAMI | ANDATA – RITORNO”.


qui la rassegna stampa…



associazione per la valorizzazione dei magazzini raccordati e delle zone limitrofe