“LA TUA FIRMA E’ RILEVANTE”: Tutto sulla petizione e la raccolta firme

firmaRILEVANTEfas

Nelle scorse settimane diversi cittadini della zona, stanchi della situazione, hanno deciso di presentare una petizione alle autorità cittadine e governative per richiamarne l’attenzione  e per sollecitare una pronta azione di riqualificazione della zona, come è stato più volte promesso.
In 6 associazioni della zona ci siamo messi in Rete per promuoverla e raccogliere le firme: Amici della Martesana, Associazione Anziani Greco Martesana, Cittadini Grechesi, Gruppo FAS Ferrante Aporti Sammartini, Legambiente, Podisti di Greco

Se vivi nella zona e vuoi aderire, puoi sottoscriverla direttamente presso i banchetti di raccolta e anche raccogliere firme nel tuo ambiente. Info QUI

Puoi aiutarci anche firmando la petizione online a questo indirizzo e segnalandolo a chi conosci.  Le firme e i commenti su change.org

Fra poco scaricabili online anche i moduli per la raccolta. Il testo completo della petizione è il seguente.

Si avvii subito la riqualificazione del Rilevato Ferroviario Aporti-Sammartini, non intendiamo attendere oltre! Abbiamo diritto di abitare in un quartiere civile e decoroso, adeguato a una delle più importanti metropoli europee.

Noi, firmatari della presente rivolgiamo un appello al Sindaco di Milano Pisapia, all’Assessore all’Urbanistica De Cesaris, al Ministro Lupi

Ricordando, nonostante gli inviti dall’Amministrazione Comunale e dell’intero Consiglio di Zona 2 che in questi anni hanno più volte dimostrato disponibilità al dialogo, che lo stato di degrado e di pericolo per l’incolumità e igiene pubblica in cui versano gli immobili in gestione a “Grandi Stazioni”, perdurano da oramai 13 anni.

Chiediamo di mettere in atto tutti gli strumenti necessari, a tutela dei cittadini che rappresentano, affinché Grandi Stazioni sia obbligata al rispetto degli impegni presi con la cittadinanza, anche in ragione di quanto loro concesso dal PGT.

Chiediamo l’apertura di un tavolo di lavoro con la partecipazione dei rappresentanti dei cittadini.

Ci appelliamo al Ministro delle Infrastrutture Lupi, affinché verifichi se nell’operato di Grandi Stazioni non vi siano violazioni agli impegni contrattuali sottoscritti da essa nell’ormai lontano anno 2000.”